La sperimentazione

L’“Officina del Cervello” è il progetto nato nel 2003 dalle ricerche del Prof. Angelo Luigi Vescovi in ambito delle cellule staminali neurali umane.
Il progetto ambizioso si prefiggeva di generare linee di cellule staminali dal Sistema Nervoso Centrale (SNC) umano, stabili e sicure, da utilizzarsi nella ricerca e sperimentazione clinica sull’uomo per la cura di malattie neurodegenerative.
Il lavoro fin qui svolto ha permesso di:
– ottimizzare, standardizzare e rendere sicure le procedure di isolamento ed espansione delle cellule staminali a scopo terapeutico
– fondare, avviare, certificare e mettere in produzione il Laboratorio Cellule Staminali, Cell Factory e Biobanca
– terminare la prima sperimentazione clinica di Fase I condotta dall’equipe del Prof. Vescovi per il trapianto di staminali cerebrali umane su 18 pazienti colpiti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA
– avviare la certificazione dell’officina farmaceutica denominata Unità Produttiva per Terapie Avanzate (UPTA) sita all’interno di ISBReMIT, l’istituto di Medicina Rigenerativa dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo
– depositare presso l’AIFA e i Comitati Etici la richiesta di poter procedere con una sperimentazione clinica di Fase 1 mirata allo sviluppo di una terapia cellulare per la sclerosi multipla secondaria progressiva
– avviare le procedure per le autorizzazioni necessarie per avviare il trail clinico di fase II sulla Sla, diretta conseguenza del trial di fase 1 appena conclusosi.
Accanto al progetto “l’Officina del Cervello” si colloca la ricerca (attualmente in fase preclinica avanzata) per una protesi biomimetica nanostrutturata composita per la rigenerazione nervosa del midollo spinale tramite l’uso in sinergia di cellule staminali, ingegneria tissutale, rilascio controllato di farmaci, Phage Display, riabilitazione e nanotecnologie.